venerdì 27 settembre 2013

Torta rustica di scarola


Questa torta farcita è tipica della tradizione culinaria campana, il sapore amarognolo della scarola con quello più marcato delle acciughe, capperi e olive, si sposa molto bene con il gusto più delicato della pasta da pane.
Ottima servita anche fredda come aperitivo o antipasto.

INGREDIENTI:
per la pasta
500gr.di farina 0
12gr.di lievito di birra
250gr.di acqua o latte
2 cucchiai di olio evo
1 cucchiaino di zucchero
10gr.di sale
per la farcia
2kg.di scarola
60gr.di acciughe
60gr.di olive nere
30gr.di capperi
30gr.di pinoli
30gr.di uvetta sultanina
1 spicchio d'aglio
olio evo q.b
per spennellare
1 tuorlo
1 cucchiaio di latte

PREPARAZIONE:
Iniziare preparando la pasta , mischiare tutti gli ingredienti in una ciotola e impastare, versare pian piano il latte o l'acqua e aggiungere per ultimo il sale.
Continuare ad impastare fino a quando gli ingredienti si saranno amalgamati e l'impasto avrà acquisito un'aspetto liscio e compatto, formare una palla e riporla in una ciotola.
Far lievitare coperta con della pellicola  fino a che non avrà raggiunto il doppio del suo volume iniziale.
Preparare il ripieno:
Lavare la scarola e tagliuzzarla grossolanamente.
In una larga padella far soffriggere a fuoco dolce l'aglio, con poco olio e le acciughe; quando le acciughe si saranno sciolte, aggiungere la scarola tagliata.
Salare pepare e far cuocere per 15 minuti.
Quando il tutto sarà appassito aggiungere i capperi e le olive.
Proseguire la cottura ancora per 10 minuti per far in modo che evapori il liquido della verdura, quindi spegnere il fuoco e lasciar raffreddare.
Quando l'impasto sarà lievitato, dividerlo in due panetti uguali.
Con un mattarello tirare uno dei due panetti dandogli la forma di un disco alto circa mezzo centimetro.
Spennellare con dell'olio una teglia di 22/24 cm. di diametro e rivestirla con il disco di pasta avendo cura di coprirla fino ai bordi.
Con i rebbi di una forchetta, bucherellare il fondo e rivestirlo uniformemente  con il ripieno oramai freddo.
Con l'impasto rimasto, ricavare un'altro disco e ricoprire il tutto sigillando bene i bordi.
Bucherellare la superficie con la forchetta e far lievitare ancora per un'altra ora, avendo cura di coprire con della pellicola trasparente.
Trascorso il tempo necessario spennellare con il tuorlo sbattuto e il latte, infornare a 180° per 40 minuti a forno statico.






6 commenti:

  1. Complimenti, davvero appetitosa e ben realizzata! Approfitto per dirti che Ciao il 26 settembre scorso ho ricevuto il premio Versatile Blogger. Ti passo la nomination e, se ti va, accetta questo premio da parte mia. Leggi il post: http://acquacottaf.blogspot.it/2013/09/the-versatile-blogger-award-nominations.html

    RispondiElimina
  2. Ciao, una farcia di per se perfetta, racchiusa in un impasto morbido e semplice! Ottima questa torta!
    baci baci

    RispondiElimina
  3. ha un aspetto invitante!!
    grazie per la condivisione

    RispondiElimina
  4. Spettacolare, complimenti! Approfitto per dirti che il 26 settembre scorso ho ricevuto il premio Versatile Blogger. Ti passo la nomination e, se ti va, accetta questo premio da parte mia. Leggi il post: http://acquacottaf.blogspot.it/2013/09/the-versatile-blogger-award-nominations.html

    RispondiElimina
  5. La adoro, è la mia preferita. La tua la mangerei dallo schermo, perfetta!
    Ciao buona domenica!

    RispondiElimina
  6. La pizza di scarole è la mia preferita...l'adoro!
    La tua ha un aspetto ottimo.
    Buona settimana
    Enrica

    RispondiElimina