mercoledì 8 aprile 2015

Pizza ai tre pomodori


Dopo aver provato gli spaghetti ai tre pomodori, mi mancava la pizza.
L'impasto è quello della pizza veloce di Paoletta che potete trovare qui, mentre l'idea di ricoprirla con 3 tipi di pomodori diversi nasce da una ricetta di Bonci.
Perfetta per una sostanziosa merenda, per un pic-nic ma anche per uno spuntino di mezzanotte come ho fatto io.

Ingredienti per una teglia 30x40
per la pasta
300gr. di farina w 330
50gr. di farina di semola
50gr. di farina di farro
1 cucchiaio di fiocchi di patate
320gr. di acqua
7gr. di lievito di birra
1 cucchiaino di malto d'orzo 
8gr. di sale
20gr. di olio evo
per la farcitura
300gr. di pomodori datterino
400gr. di pomodori pachino ( quelli costoluti )
300gr. di passata di pomodoro
1 spicchio d'aglio in camicia
olio evo
sale e origano

Preparazione
Mettere nella planetaria l'acqua, il malto, il lievito e fare sciogliere bene il tutto usando il gancio a foglia.
Setacciare le farine, aggiungere i fiocchi di patate e versarne metà dose di farina nell'acqua impastando con il gancio ad uncino.
Unire il sale e poi la restante quantità di farina.
Incordare l'impasto e per ultimo aggiungere poco per volta l'olio evo.
Non versare la dose successiva di olio fino a quando l'impasto non avrà ben assorbito la quantità precedente.
Versare su di un piano leggermente unto e finire di lavorarlo con le mani, pirlarlo e versare il tutto in una ciotola unta, coprire con pellicola e aspettare che raddoppi di volume.
Nel frattempo tagliare a fette i pomodori pachino, disporli su di una teglia rivestita di carta forno condire con un filo d'olio, sale, origano e lo spicchio d'aglio.
Infornare alla temperatura di 120° per almeno 1ora e 1/2 o fino a quando non saranno un po' appassiti.
Una volta cotti eliminare l'aglio e frullarli fino ad ottenere una salsa.
Quando l'impasto avrà raddoppiato, versarlo di nuovo sul piano da lavoro e con le mani ben unte fare delle pieghe di rinforzo.


Dare una forma tonda e ricoprire con la ciotola per un ora, tenendo le pieghe di chiusura verso il basso.
Accendere il forno alla temperatura di 250°modalità statica.
Ungere la teglia e stendere l'impasto usando la punta delle dita cercando di schiacciarlo il meno possibile.
Se la pasta tenderà a ritirarsi fate dei riposi di 15 minuti e poi provate di nuovo a stenderla,  in questo modo sarà più facile la lavorazione e non farà più l'effetto elastico.
Cospargere la superficie con la passata di pomodoro che avrete salato leggermente e condito con un filo d'olio.
Infornare nella parte bassa del forno e cuocere la pizza per circa 25 minuti o fino a colorazione.
Sfornare e stendere la salsa di pomodori pachino e per ultimo i datterini tagliati a dadini e conditi con olio e sale.
Cospargere poi con delle foglioline di basilico.




7 commenti:

  1. è meravigliosa, vorrei poterne addentare un pezzetto! *.*

    RispondiElimina
  2. Ti è venuta molto bene, è ben lievitata e poi con i pomodori sopra li da colore e ancora più gusto !

    RispondiElimina
  3. Sembra buonissima!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Oh ma che buona de'essere sofficissima e l'idea dei tre pomodori mi piace molto. Ciao!

    RispondiElimina
  5. Mi aveva colpito su fb ed ora che la vedo qui in tutto il suo splendore l'acquolina sale a mille, conosco bene questa pizza è anche la mia preferita.

    RispondiElimina
  6. Fantastico l'uso dei tre pomodori,anche io faccio le pieghe di Adriano,felice domenica

    RispondiElimina
  7. Sai che è proprio stra golosa, mai pensato di usare diversi tipi di pomodoro...

    RispondiElimina