venerdì 11 aprile 2014

Focaccia tipo " genovese " o fugassa


Non so se la ricetta è quella originale genovese, ma questa focaccia a vissuto giusto il tempo di scattare due foto e poi è sparita.
Diventata presidio slow food e deve avere determinate caratteristiche; croccante, morbida e friabile, non gommosa, lucida di olio extravergine che ne esalta l'aroma, ma soprattutto deve avere quelle fossette bianche che la distinguono.
Io me la mangerei anche a colazione !
La ricetta l'ho presa dal sito di viva la focaccia e se ancora non lo conoscete, andate a farvi un giro, merita.

INGREDIENTI per una teglia 25x40
190ml. di acqua
20ml. di olio extravergine
7gr. di sale
1 cucchiaino di malto o di zucchero
310gr. di farina 0 (w200/220)
6gr. di lievito di birra secco

PREPARAZIONE:
In una ciotola mettere 160ml. di acqua, l'olio e sciogliere il malto e il sale.
Nella planetaria versare metà della farina e iniziando ad impastare versare a poco a poco l'acqua, fino ad ottenere una pasta densa ma ancora liquida.
Aggiungere il lievito che avrete sciolto nella restante acqua, continuare a lavorare ed aggiungere la farina rimanente, fino ad ottenere un impasto compatto ma non duro.
Infarinare il piano da lavoro, versare l'impasto e coprirlo con un canovaccio per 15 minuti.
Dopo il riposo, la pasta sarà più asciutta e facile da lavorare.
Piegare la pasta su se stessa e darle la forma più o meno rettangolare come la teglia.
Ungere la teglia con un pennello e cospargere anche un po' di olio sulla superficie della pasta ( in modo che non sviluppi la crosta)
Mettere a far lievitare ad una temperatura di 28°( forno spento con luce accesa)fino a che raddoppierà di volume.
Stendere la pasta con le mani cercando di non tirarla ma di schiacciarla fino a quando occupa lo spazio della teglia.
Cospargere con un velo abbastanza abbondante di sale e lasciare riposare ancora per 30 minuti.
Versare un pochino di acqua tiepida sulla superficie; servirà per rendere la focaccia umida e per dare quel colore bianchiccio nelle fossette.
Versare ancora un po' di olio extravergine sulla superficie.
Imprimere con le dita in modo da formare i caratteristici buchi, che devono risultare uniformi e piuttosto ravvicinati.
Infornare a forno caldo alla temperatura di 220/240° per 15-20 minuti, forno statico.
Quando sarà cotta trasferirla su di una grata per farla raffreddare, così facendo eviterete che diventi molle.
Pennellare ancora la superficie con dell'olio e servire calda.








7 commenti:

  1. Vista su fb, bellissima. E io segno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. segna Monique, che poi a fine anno ti espongo il conto !!!

      Elimina
  2. omg è troppo invitante! May I have some?? :)

    RispondiElimina
  3. È bellissima!! Ho finito di mangiare da un po' ma ne mangerei volentieri un pezzo. Intanto mi segno la ricetta

    RispondiElimina
  4. Mamma mia che meraviglia, quei buchini pieni d'oglio, quella croccantezza, mmm...fame!

    RispondiElimina
  5. Ricetta originale o no è davvero ottima!

    RispondiElimina