venerdì 19 settembre 2014

Biscotti tipo Linzer


L'idea di questi biscottini l'ho vista su Pinterest, e la ricetta della pasta è del pasticcere  da me stra nominato Andrea Aiello.
Chi già conosce e ha assaggiato la Linzer saprà quanto sia buona e profumata la frolla di questa torta arricchita dalla farina di nocciole e aromatizzata dai chiodi di garofano e la cannella
Nonostante io non ami particolarmente questo tipo di spezie, devo assolutamente ricredermi perché hanno conferito un sapore  davvero delizioso.
Le nocciole, usate con tutta la loro pellicina hanno accentuato il colore e dato al biscotto un aspetto più rustico e caldo come piace a me.
Io mi sono divertita molto a farli, e voi cosa aspettate ?

Ingredienti per circa 30 biscotti
500gr. di farina00
300gr. di burro
180gr. di zucchero a velo
150gr. di uova
125gr. di farina di  nocciole
4 chiodi di garofano
1gr. di cannella 
la buccia grattugiata di 1 limone
2gr. di sale
confettura di lamponi q.b
zucchero a velo per guarnire

Preparazione
Su di un piano da lavoro disporre la farina a fontana facendo un buco al centro dove andremo a mettere le uova, lo zucchero, la cannella grattugiata, i chiodi di garofano sbriciolati ( ovviamente dovrete sbriciolare con le mani solo il fiorellino superiore) e la buccia del limone grattugiata.
Impastare gli ingredienti che abbiamo messo al centro fino a crearne una cremina.
A questo punto aggiungere il burro morbido a tocchetti continuando ad impastare e poi per ultimo aggiungere il sale, e le nocciole precedentemente tritate.
Impastare bene il tutto fino a formare un panetto, avvolgerlo nella pellicola trasparente e riporlo in frigorifero per circa 1 ora 1/2.
Trascorso il tempo stendere la pasta su un piano ben infarinato fino a raggiungere lo spessore di circa 5 mm.
Formare i biscotti con gli stampini, riporre al centro un cucchiaino scarso di confettura e sovrapporre l'altro biscotto con la forma di cuore. 
Riporre i biscotti su di una teglia rivestita di carta forno e mettere il tutto in frigorifero per 1 ora.
Questo è un passaggio molto importante che serve per mantenere la forma in cottura.
Scaldare il forno alla temperatura di 180° e infornare in modalità ventilato.
Cuocere fino a quando avranno raggiunto un bel colore dorato e al completo raffreddamento spolverizzare leggermente con zucchero a velo.



11 commenti:

  1. Amo la torta Linzer perciò questi biscotti mi attraggono in modo irresistibile!
    Me ne offri uno per la colazione di domani? :)
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  2. che meraviglia di foto e di ricetta...sento quasi il profumo e mi sembra già Natale!

    RispondiElimina
  3. semplicemente deliziosi...amo la torta Linzer, i biscotti devo farli quanto prima!

    RispondiElimina
  4. In effetti c'è una versione senza spezie, solo con le nocciole, anche io come te non le amo moltissimo e quando le uso ne metto proprio solo "un'idea", certo hanno un aspetto che dire fantastico è poco...

    RispondiElimina
  5. li amo già...non ho mai provato nemmeno la torta Linzer ma credo che in questo inverno che ci attenderà avrò sicuramente modo di provarli entrambi!!
    felice week-end!

    RispondiElimina
  6. Che belli... devono essere deliziosi!

    RispondiElimina
  7. Profumati e rustici al punto giusto proprio. come piacciono a me,felice weekenf

    RispondiElimina
  8. Il tempo di questi giorni è perfetto per preparare questi biscottini: rustici, profumati e dal sapore particolare!
    Io amo la torta Linzer, perció questi frollini mi ispirano un sacco!! Bellissima ricetta (e bellissime foto, come sempre!)
    Buon weekend!:)

    RispondiElimina
  9. Ciao Kiara! Grazie per essere passata, mi hai dato l'opportunità di fare un giro nel tuo fantastico blog. Non ho ancora provato la frolla linzer e questi biscottini sono così invitanti che non credo aspetterò ancora a lungo :). Un saluto e buona domenica!

    RispondiElimina
  10. Io li avevo fatti ma non ho mai usato una ricetta così... i tuoi poi sono 1000000000000000000 volte più belli! Li segno da testare!

    RispondiElimina
  11. Che meraviglia… adoro questo blog, ogni volta che passo di qui resto affascinata. Un bacio! Ale

    RispondiElimina